LO SPORT COME STRUMENTO DI SUPPORTO AI BISOGNI POST EPIDEMICI DI ANZIANI, DIVERSAMENTE ABILI E ADOLESCENTI

Il progetto presentato dall’Ente Centro Sport è riferito a tre tipologie di Beneficiari ovvero Anziani, Diversamente Abili e Adolescenti che esprimono bisogni tipici, acuiti dalle attuali necessarie norme di contenimento dell’epidemia che hanno limitato in modo notevole le occasioni di relazione e di movimento.

AZIANI

La popolazione anziana ha necessità di supporto nel mantenimento di una buona condizione psico-fisica: il progetto offre loro lezioni di ginnastica specifica fruibili in modalità online attraverso l’accesso alla piattaforma predisposta dal Centro, molto semplice e immediata. Queste lezioni saranno gestite da Istruttori preparati e con esperienza specifica e si adatteranno alle esigenze dei partecipanti. Il collegamento sarà attivo ed utilizzabile anche dopo il termine della lezione in modo da creare uno spazio aggregativo libero fra i partecipanti che potranno in modo diretto e coinvolgente relazionarsi fra loro.

Quando le condizioni lo permetteranno, le lezioni verranno proposte anche in presenza presso il Centro stesso, pur mantenendo la possibilità di collegarsi online per agevolare i partecipanti che avessero particolari esigenze logistiche o di salute. Il momento aggregativo verrà mantenuto e si potrà svolgere anche nell’ampio Parco protetto che circonda il Centro.

DIVERSAMENTE ABILI   

Le persone Diversamente Abili possiedono risorse individuali di cui non sempre sono consapevoli: fornire loro occasioni di sviluppo di queste competenze genera un processo di acquisizione di maggiore autonomia e lo strumento del gruppo è un’ottima occasione di interazione sociale. Il progetto si propone di sostenere il consolidamento delle capacità del pensiero, del linguaggio e della relazione attraverso la ComputerGame Therapy di Vi.Re.Dis su piattaforma WordWall: le persone si potranno collegare alla piattaforma dalla propria abitazione e giocare con gli altri partecipanti a videogiochi appositamente studiati dall’equipe per migliorare le loro abilità e stimolare la relazione. In questo modo si crea un contesto sicuramente fruibile anche in presenza di limitazioni al movimento causate dall’epidemia o dalle difficoltà personali.

ADOLESCENTI  

Ci si riferisce a ragazzi e ragazze dalla seconda media alla seconda superiore comprese, con particolare attenzione alle persone più fragili per motivi personali o socio-economici, perché sono fasce di età per le quali a Torino è stato disposto un lungo periodo di sospensione della frequenza scolastica in presenza, sostituita dalla Didattica Digitale Integrata, da loro seguita presso le proprie abitazioni, in aggiunta a significative limitazioni alle attività sportive e ricreative. Il progetto prevede quindi di offrire loro tempi e spazi in cui possano riappropriarsi del movimento e della relazione in un contesto monitorato e sicuro: si realizzerà un’edizione primaverile, in orario solo pomeridiano, del collaudato Centro Estivo organizzato da molti anni dal Centro, dove i ragazzi e le ragazze potranno sperimentare diverse attività sportive adatte alla loro fascia di età, nel rigoroso rispetto di tutte le normative di sicurezza e sanitarie, nel Parco del Centro e, se autorizzato, anche nei locali interni. Per rispetto delle attuali norme le attività sportive saranno individuali ma verranno creati gruppi omogenei per garantire sia la tracciabilità dei contatti che le relazioni fra i componenti del gruppo. I ragazzi e le ragazze che lo desidereranno potranno essere accompagnati in un percorso di preparazione che li porterà a ricoprire il ruolo di aiuto-animatore nell’edizione estiva del Centro Estivo, rivolto storicamente a bambini e bambine del territorio, incentivando così la partecipazione ed il protagonismo responsabili. Si porrà particolare attenzione a creare un clima accogliente e rispettoso delle regole e delle persone nella loro specificità, utilizzando sia le efficaci dinamiche generate dall’attività motoria sia alcuni momenti di aggregazione gestita da volontari specificamente preparati (psicologo, docente).


Descrizione delle caratteristiche di innovazione sociale del progetto

Il progetto proposto da Centro Sport è innovativo secondo la strategia regionale WE.CA.RE perché affronta i bisogni di Anziani, Diversamente Abili e Adolescenti partendo dalle persone e dalle loro risorse che vengono sostenute creando relazioni con altre persone in un mutuo dare e ricevere.

Questo processo porta ad un coinvolgimento duraturo nel tempo perché investe non solo la necessità specifica ma la persona nella sua globalità e nella sua appartenenza ad una comunità, generando un circolo virtuoso di reciprocità che investe anche gli Enti e le Associazioni locali.

L’Ente proponente Centro Sport si inserisce in tale dinamica riconoscendo ai Beneficiari la dimensione della co-progettazione attraverso la quale i loro suggerimenti ed osservazioni verranno presi in considerazione per verificare e migliorare in itinere le attività.

L’utilizzo della tecnologia è molto innovativo sia per la promozione dell’attività sportiva che ludica, rendendo le attività proposte dal progetto sicuramente realizzabili nell’attuale contesto di distanziamento sociale ma rimane una risorsa attivabile anche nel futuro per raggiungere il maggior numero di persone, anche con difficoltà di spostamento.

Inoltre poiché lo strumento operativo è la proposta sportiva del Centro, si valorizza un’importante risorsa del territorio, sia dal punto di vista umano che della struttura, con vantaggio anche degli altri abitanti che diventano Beneficiari indiretti del presente progetto. Infine la cooperazione con gli altri attori del progetto consolida la costruzione di una rete di corresponsabilità locale, pubblica e privata.


IL PROGETTO E’ STATO FINANZIATO PER 30000 € ATTRAVERSO IL BANDO 4 DELLA REGIONE PIEMONTE E DAL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI.

pagamento lezioni online

  • Corsi Fitness

    i corsi di oggi